Sistema di newsletter nazionale Hirhalo Carta geografica

Coronavirus: bisogna passare alla gestione della guerra?
24/05/2021 Euronews e MTI

Il mondo è "in guerra con il Covid", un'epidemia causata dal coronavirus, ha affermato il segretario generale dell'Onu António Guterres, invitando la comunità internazionale a passare alla "gestione della guerra".

Coronavirus: bisogna passare alla gestione della guerra?
Blue Sky Rescue, una ONG cinese, ha disinfettato una zona residenziale a Pechino lo scorso marzo

"Siamo in guerra con un virus. Abbiamo bisogno della logica e della velocità dei tempi di gestione della guerra", ha detto il Segretario generale all'apertura della riunione annuale degli Stati membri dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Guterres - che ha affermato che la pandemia iniziata all'inizio dello scorso anno ha colpito il mondo con uno "tsunami di sofferenza" - ha affermato che il virus ha perso quasi 500 milioni di posti di lavoro.

Si potrebbe mutare di più per i poveri

Il Segretario generale ha invitato alla cooperazione internazionale, sottolineando che in assenza di questa, il virus continuerebbe a mutare nei paesi più poveri senza vaccini sufficienti, il che rallenterebbe la ripresa dell'economia mondiale oltre a centinaia di migliaia di morti.

Per quanto riguarda la distribuzione equa dei vaccini, ha annunciato che alla fine della settimana negozierà con i leader dei venti paesi economicamente più sviluppati (G20) per istituire un gruppo di lavoro volto a raddoppiare la capacità di produzione di vaccini. Ha aggiunto che aumenterà anche la flessibilità sulla tecnologia e sui diritti di proprietà intellettuale nella conciliazione.

Dichiarò di essere pronto a mobilitare l'intera organizzazione mondiale per questo scopo.

Merkel: trattato internazionale contro la pandemia!

L'epidemia è tutt'altro che finita, né sarà l'ultima, quindi il mondo deve essere meglio preparato, ha sottolineato il cancelliere tedesco in un videomessaggio inviato all'incontro dell'OMS. Angela Merkel ha sostenuto un trattato internazionale sulla pandemia che incoraggerebbe i singoli stati a cooperare meglio, accelerare il rilevamento dei virus e incoraggiare un'azione più rapida per prevenire una nuova pandemia globale.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha anche chiesto all'OMS di rendere più facile visitare gli stati in cui il virus potrebbe scoppiare e ottenere l'accesso ai dati nazionali individuali. Si trattava di un riferimento abbastanza chiaro alla Cina: memorabile è lo scandalo di inizio anno, quando il Paese comunista non volle condividere dati importanti con gli esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità.

La donazione sarebbe la soluzione?

Alla cerimonia di apertura è intervenuto anche il direttore generale dell'Oms, che ha anche criticato i paesi ricchi per aver acquistato la maggior parte dei vaccini. Tedros Adhanom Gebreesus ha anche sostenuto una "distribuzione più equa dei vaccini", invitando i paesi con vaccini a donare dosi di vaccino al programma Covax per un'equa distribuzione dei vaccini. Il direttore generale ha aggiunto di voler vaccinare contro il coronavirus almeno il 10% della popolazione di ogni Paese entro settembre e il 30% entro la fine dell'anno.

Il direttore generale ha anche affrontato la situazione degli operatori sanitari, di cui ha affermato che almeno 115.000 sono stati vittime del virus.

Ha anche avvertito che se la diffusione dell'epidemia non rallenta, in tre settimane, il Covid-19 avrà quest'anno tante vittime accertate quante ne ha messe insieme l'anno scorso. Ha aggiunto che il numero di persone infette registrate nel 2021 finora ha già superato tutti i casi confermati nel 2020.




Tucker Carlson: Tutti i vaccini funzionano. O non
aprile 2021 15. lifesitenews.com Il

commentatore di Fox News Tucker Carlson afferma che i funzionari sanitari non possono scegliere entrambi: o i vaccini sono "estremamente efficaci" e completamente vaccinati possono smettere di indossare maschere e autoisolarsi, oppure i vaccini non funzionano.

Tucker Carlson: Tutti i vaccini funzionano.  O no

15 aprile 2021 (Children's Health Defense) - Nel segmento seguente del "Tucker Carlson Tonight" di ieri sera, un commentatore di Fox News ha affermato che ci sono due cose che il pubblico vuole sapere sui vaccini COVID, "e nessuno dei due ha nulla a che fare con esso. . quanti atleti professionisti o star di Netflix sono stati vaccinati”.

La gente vuole sapere: i vaccini sono sicuri? E sono efficaci?

Carlson ha affermato che al pubblico era stato assicurato che i vaccini erano sicuri, che i rischi erano così piccoli che potevamo ignorarli completamente. In effetti, ci è stato detto che gli studi clinici "non hanno mostrato alcuna prova" che i vaccini possano causare lesioni potenzialmente letali, ha affermato Carlson.

Ma dopo martedì, i funzionari sanitari federali hanno deciso di interrompere l'introduzione del vaccino Johnson & Johnson - perché sei persone avevano coaguli di sangue, inclusa una persona che è morta - Carlson ha sollevato molte domande.

E a queste domande non hanno risposto i funzionari sanitari federali, che in questi giorni hanno inviato molti messaggi contrastanti, ha spiegato Carlson.

Che dire della questione dell'efficienza, ha chiesto Carlson.

Dopo che gli è stato detto che tutti dovrebbero ricevere il vaccino, l'introduzione è "più importante del cortile della luna", i funzionari sanitari dicono alle persone che anche se sono completamente vaccinati, dovrebbero evitare la folla e indossare una maschera.

"Non ce lo aspettavamo affatto", ha detto Carlson. "Se i vaccini funzionano, perché ai vaccinati è ancora vietato condurre una vita normale?".

È un "mistero legittimo di salute pubblica", ha detto Carlson, aggiungendo: "O funziona o no. Ma non può essere "estremamente efficace" allo stesso tempo, e allo stesso tempo non può ripristinare la salute delle persone. vita normale".

Per quanto riguarda i giornalisti che fanno queste domande per conto del pubblico, lascia perdere, ha detto Carlson. "I giornalisti hanno deciso che il loro compito è quello di far rispettare le regole del regime, non importa quanto spesso queste regole cambino".

Si può vedere il segmento "Tucker Carlson Tonight" qui

Related:
Analisi completa: i vaccini si sono dimostrati efficaci armi di distruzione... tutti hanno il diritto di resistere per legittima difesaAnalisi completa: i vaccini si sono dimostrati efficaci armi di distruzione... tutti hanno il diritto di resistere per legittima difesa
A partire da oggi, il podcast dell'aggiornamento della situazione apparirà in sezioni separate e quindi come uno spettacolo "completo" con tutte le sezioni. Questo si basa sul feedback degli studenti, poiché molti studenti ci hanno detto che vogliono essere sicuri di non perdere le parti dello spettacolo che sono di maggior interesse (ad esempio, l'economia, o le vaccinazioni, o la nutrizione, ecc.). Quindi, d'ora in poi, la Parte 1 dovrebbe essere pubblicata in diretta e collocata intorno alle 10 del mattino, e in genere include un'analisi dei titoli più grandi e folli della giornata. La parte 2 apparirà nel mezzo intorno alle 11:00 e potrebbe trasmettere economia, cultura o politica. La parte 3 vive da qualche parte intorno a mezzogiorno e spesso fa un'analisi di pandemie e vaccinazioni. La parte 4 sarà normalmente pubblicata alle 13:00, e può contenere qualsiasi storia che meriti un'enfasi speciale. L'intero spettacolo viene quindi generalmente trasmesso tra le 14:00 e le 15:00. In base al ciclo delle notizie, ci saranno 2 e 4 parti ogni giorno, ciascuna della durata di 15 minuti e 45 minuti. Questo è tutto organico, quindi può cambiare in base alla notizia che si interrompe e a quanti commenti sono necessari per un'analisi completa delle ultime notizie.

Ha chiesto le dimissioni del Vescovo P. AltmanHa chiesto le dimissioni del Vescovo P. Altman
Quello che si gioca davvero qui, cara famiglia, è che altri pastori si offendono perché dichiaro semplicemente il fatto che hanno lasciato le loro pecore nel momento del bisogno. Se questo presunto virus era presumibilmente un frammento pericoloso come si diceva, a maggior ragione era per tenere aperte le nostre chiese e ricevere i sacramenti in modo che potesse rimanere in uno stato di grazia. La tua anima eterna è in pericolo! LA CROSSE, Wisconsin, 24 maggio 2020 (LifeSiteNews) - Padre James Altman, un sacerdote il cui videomessaggio "Non si può essere un cattolico e un democratico" lo scorso autunno, è diventato virale e ha criticato senza paura i vescovi americani per aver chiuso inutilmente le chiese. e negando i fedeli sacramenti durante l'epidemia di COVID-19, la Pentecoste ha annunciato domenica che il suo vescovo gli aveva chiesto di dimettersi perché "divisivo e inefficace". William P.

I governi europei non sono molto interessati alla vaccinazione dei romI governi europei non sono molto interessati alla vaccinazione dei rom
La comunicazione del governo ungherese non convince i rom. Secondo un sondaggio di gennaio dell'Università di Pécs, solo il 9% dei rom voleva un vaccino contro il coronavirus. Secondo Ernő Kadét, un membro dello staff del Roma Press Center, ci sono anche scettici contro i virus e anti-vaccini tra i Rom. per entrare al potere. Per gli ignoranti "non è facile tagliare una siepe nella giungla delle notizie false". D'altra parte, hanno già una sorta di sfiducia nei confronti del sistema sanitario ungherese, ad esempio perché in passato hanno subito discriminazioni. E coloro che vivono in insediamenti isolati e segregati vedono raramente un medico di famiglia,

Klaus Tampone su micro chip - Può essere pubblicatoKlaus Tampone su
microchip - Puoi postare E finalmente parliamo di microchip impiantabili. Quando accadrà questo? Questo accadrà sicuramente tra 10 anni e questi impianti saranno nei nostri vestiti per la prima volta. Successivamente, gli impianti verranno impiantati sotto la nostra pelle o nel nostro cervello. E infine, sarà un'opportunità per il nostro cervello di comunicare direttamente con il mondo digitale. Quello che vedremo sarà una sorta di fusione del mondo psichico con il mondo digitale e biologico.

Se non possono terminare, gli operatori sanitari vanno in indennità di malattiaSe non possono terminare, gli operatori sanitari vanno in indennità di malattia
Gli operatori sanitari non possono ancora arrendersi, secondo il Sindacato Indipendente della Sanità, questo finirà quando i colleghi andranno in pensione per esaurimento, il che è peggio per il datore di lavoro che in questo caso non può assumere nessuno per sostituirlo. Come precedentemente riportato, l'emergenza è stata prorogata fino all'autunno, e con essa è rimasto il divieto di licenziamento in ambito sanitario. Tutto questo significa che i lavoratori non possono lasciare il lavoro lì, se lo fanno, possono querelarli sul posto di lavoro. Anche il sindacato indipendente della salute ha scritto una lettera a Viktor Orbán sulla questione, ma la loro richiesta non è stata ascoltata. Allo stesso tempo, il presidente dell'organizzazione, Adrianna Soós, ha detto ad ATV Híradó che nessuno può essere detenuto con la forza. I tuoi colleghi possono andare in malattia, il che è peggio per il datore di lavoro, poiché in questo caso non puoi mettere nessuno al suo posto. L'esperto ritiene che il problema dovrebbe essere trattato in modo diverso.

Non ci sono basi mediche per i piani per vaccinare i minori: non c'è motivo di rischiare la salute e la vita dei bambini con il vaccino sperimentale.Non ci sono basi mediche per i piani per vaccinare i minori: non c'è motivo di rischiare la salute e la vita dei bambini con il vaccino sperimentale.
La dottoressa Oana Mihaela Secară (foto), un primario che cura i pazienti affetti da covidium, ha risposto alla dichiarazione quando Alexandru Rafila, un politico PSD, il rappresentante dell'OMS in Romania ha dichiarato che dovrebbe essere fatto ogni sforzo per vaccinare i bambini e i giovani in massa il più presto possibile con il vaccino covid, che è un farmaco sperimentale. È stato uno dei primi medici rumeni a confutare pubblicamente e apertamente, sulla base della sua conoscenza ed esperienza professionale, e confutare a sua volta le affermazioni false e infondate dal punto di vista medico e i protocolli medici stabiliti con cui è stato creato il mito del covid, ovvero il mistero del covid. .volendo un nuovo ordine mondiale, poteri satanici e globalisti di fondo che intrappolano la società umana a causa di una presunta minaccia virale. Per quanto riguarda la vaccinazione dei bambini, il Chief Medical Officer ha dichiarato: "Ai bambini non dovrebbe essere somministrato un vaccino che non è stato testato per almeno 5 anni. Perché? Perché dovrebbe essere fornito almeno un quadro approssimativo degli effetti collaterali a lungo termine delle vaccinazioni .non importa in quale stato di salute vivano questo.

Anche i tedeschi fanno causa al covid!Anche i tedeschi fanno causa al covid!
I diritti umani vengono violati dalle misure tedesche! In Germania, non solo le persone si stanno mobilitando per le strade contro misure eccessive, ma stanno già emergendo azioni legali. Una squadra tedesca ha recentemente affermato che un portoghese ha portato in tribunale la quarantena di 10 giorni. La Corte Suprema di Lisbona ha stabilito che il test PCR produce risultati falsi nel 97%. Inoltre, ha anche affermato che un governo NON ha POTERI PER STABILIRE CHI È MALATO O NO, PERICOLOSO O NO, CHE SOLO UN MEDICO PU DIRLO! Seguendo l'esempio portoghese, in tutta la Germania si ricevono sempre più osservazioni di questo tipo. I tribunali tedeschi hanno riscontrato un aumento significativo dei reclami legali contro le misure di quarantena del governo e, contrariamente all'inizio della pandemia, sempre più persone sono ora coinvolte in tali azioni legali. Niko Harting, l'avvocato con sede a Berlino ha accettato alcune di queste sfide legali e il suo carico di lavoro si è accumulato in modo significativo nell'ultima settimana. Ha detto che centinaia di ristoranti, hotel, palestre, scuole di yoga, studi di tatuaggi e altre attività hanno chiamato il suo ufficio per un consiglio. Anche in Germania le proteste contro il coronavirus di Berlino stanno provocando polemiche sui diritti fondamentali. L'avvocato ha anche notato segni di nuovo ammorbidimento.

Lukashenko - Sede del governo bielorussoLukashenko -
Riunione del governo bielorusso In una riunione del governo, il presidente bielorusso Lukashenko ha affermato che l'OMS gli aveva offerto 940 milioni di euro per avere un'epidemia e rovinare l'economia. Poche settimane dopo, la BANCA MONDIALE-FMI gli ha offerto dieci volte tanto denaro. Il presidente ha respinto entrambe le offerte. I disordini sono iniziati la prossima settimana...

Non riescono a trovare il disertore della NATO anti-virusNon riescono a trovare il disertore della NATO anti-virus
Cinque giorni dopo, la caccia è stata interrotta contro un ex cecchino della NATO che, armato, ha minacciato di uccidere il principale virologo belga, Marc van Ranst, ha riferito un corrispondente di News TV dal Limburgo. Dotato di quattro lanciarazzi, una mitragliatrice e una pistola, e un giubbotto antiproiettile, l'uomo proviene dalla sua caserma deserta ed è presumibilmente già nei Paesi Bassi. Il soldato con il grado di caporale è un cecchino esperto con molti anni di esperienza che è stato coinvolto in diversi schieramenti internazionali. Da tre mesi è anche nella lista di controllo dell'antiterrorismo belga, ma ha accesso alle armi. “Non abbiamo bisogno di aumentare il livello di minaccia generale del Paese, ma dobbiamo mantenere le persone al sicuro a causa di ciò che dice il soldato nella sua lettera di addio.

La tribù operativa non tiene più conferenze stampa quotidiane perché l'epidemia è finitaLa tribù operativa non tiene più conferenze stampa quotidiane perché l'epidemia è finita
Il tenente colonnello Róbert Kiss ha parlato alla conferenza stampa dell'ultimo giorno del personale operativo sui 5 milioni di vaccinati e sulle misure da adottare. Ha detto che il coprifuoco è stato revocato e finora quasi 70.000 persone sono state trattate in totale e le maschere non erano più obbligatorie nelle aree pubbliche, ma finora hanno dovuto occuparsi di 73.132 persone. Il tenente colonnello ha aggiunto, tuttavia, che la maggior parte degli interni, come le aree di accoglienza, deve ancora indossare una maschera sui mezzi pubblici. Gli eventi con più di 500 persone e gli eventi di danza musicale possono essere frequentati solo con una tessera di sicurezza. Róbert Kiss ha sottolineato che il controllo sarà mantenuto alla frontiera fino al 23 giugno. Il tasso di vaccinazione della popolazione ungherese è del 51 percento, ha affermato Galgóczi, che ha continuato a incoraggiare

Lo stato di emergenza di OrbánLo stato di emergenza di Orbán
Finora, sorprendentemente poco è stato detto sulla parte del Nono Emendamento alla Legge fondamentale che ha riregolato l'ordinamento giuridico speciale - lo stato di emergenza, lo stato di emergenza e lo stato di guerra. Mentre nel dibattito parlamentare sull'emendamento ha elogiato o deriso la frase "Madre è donna, padre è uomo" nella Legge fondamentale, secondo le sue convinzioni politiche e temperanza, i deputati hanno sprecato molto poco sugli emendamenti all'ordinamento giuridico speciale. E questo sarebbe stato il motivo. L'"ordinamento giuridico speciale" è speciale in quanto differisce dalla legge e dall'applicazione normali a causa della natura eccezionale delle circostanze. In questo caso, le libertà sono limitate - ad es. libertà di circolazione, libertà di stampa e di espressione, diritto al segreto della corrispondenza, oppure stanno solo imponendo una coscrizione o un lavoro straordinario. In altre parole, lo stato ha voce in capitolo nella vita dei suoi cittadini, ad es. in tempo di guerra o di insurrezione armata, può utilizzare le risorse del paese più rapidamente e rispondere efficacemente. Le democrazie hanno familiarità con l'ordinamento giuridico straordinario, ad es. anche la legge costituzionale tedesca prevede in tali casi disposizioni che limitano i diritti civili e attribuiscono maggiori poteri alle forze armate.

Kassler: Non posso dire una circostanza nell'ultimo anno che non avremmo giudicato correttamenteKassler sul certificato di gestione epidemiologica: non posso dire una circostanza nell'ultimo anno che non avremmo giudicato correttamente
Miklós Kásler ha rilasciato un'intervista a Hír TV, in cui il ministro delle Risorse umane ha parlato delle esperienze dell'assistenza sanitaria ungherese negli ultimi tempi. Secondo Miklós Kásler, "c'è molta esperienza, ma prima di tutto vorrei ricordare che il governo ha deciso in modo estremamente accurato e corretto durante tutto il periodo dell'epidemia". Durante l'epidemia, ci sono state decisioni giuste, giudizi giusti. (...) Quindi non posso dire, guardando indietro all'anno passato, non una singola circostanza che non avremmo giudicato correttamente. Se guardiamo a cosa sta succedendo nei paesi del mondo, i paesi più vaccinati ovunque - Israele, Stati Uniti, Inghilterra e ora siamo circa dove sono gli inglesi - possiamo vedere che a un livello di vaccinazione compreso tra il 50 e il 60 percento, la ricerca della vaccinazione è decisamente in declino. Credo che gli ungheresi abbiano sempre reagito in modo estremamente sensato agli eventi e comprendano che ora non si tratta solo della salute del loro ambiente, ma anche della propria salute.

Viktor Orbán: abbiamo i cinque milioni vaccinati, addio mascherina!Viktor Orbán: abbiamo i cinque milioni vaccinati, addio mascherina!
Le misure di apertura stanno entrando in vigore perché abbiamo raggiunto i cinque milioni di vaccinati. Abbiamo anche il cinque milionesimo cittadino ungherese vaccinato, ha annunciato il primo ministro Viktor Orbán sul sito web di Facabook. E la tribù operativa ha deciso di non indossare la mascherina nelle aree pubbliche da oggi, cioè sabato sera. Ciò significa che possiamo dire addio alla nostra maschera ", ha detto il primo ministro. Si prevedeva che oggi ci sarebbero stati cinque milioni di vaccinati, perché al mattino lo sportello era già a 4.969.321 persone, il che significa che oggi si dovevano fare circa 30.000 vaccinazioni. Con questo entra in vigore il piano di apertura che il governo ha legato ai cinque milioni di vaccinati: verrà tolto il coprifuoco. Non ci sono restrizioni all'apertura di negozi e ristoranti. Viene abolito l'obbligo di indossare la mascherina pubblica. ("Addio, maschera", ha detto Viktor Orbán.


Merkely Belasbottonato sullo stomaco con le mani in tasca al culto pentecostale

DOTT. CARRIE MADEJ: LOTTA ALL'UMANITÀ. IN CHE MODO I VACCINI MRNS INFLUENZANO IL NOSTRO CODICE GENETICO?

CHIAMATA URGENTE! Chiediamo che, per il bene di tutti noi, questi video siano diffusi il più ampiamente possibile tra i loro familiari e conoscenti, perché corriamo il serio pericolo di essere dominati da una tirannia medico-sociale volta a distruggere l'umanità.

LOTTA PER L'UMANITÀ.  IN CHE MODO I VACCINI MRNS INFLUENZANO IL NOSTRO CODICE GENETICO?

La dottoressa Carrie Madej, ricercatrice di vaccini, ha lavorato come capo di due grandi cliniche in Georgia negli Stati Uniti e spiega come i nuovi vaccini sperimentali possono modificare il nostro DNA per produrre parte del virus all'interno del corpo, come mai prima d'ora. Non si sa per quanto tempo il corpo produrrà questo materiale genetico, né quali saranno le conseguenze.

Tuttavia, non si tratta solo di questo, perché il piano è trasformarci in ibridi, per connettere le persone con l'intelligenza artificiale e le reti di controllo globali. Questo è l'inizio del transumanesimo, in cui diventiamo "umani 2.0" ... e che elimina la nostra indipendenza e schiavizza le aziende tecnologiche globaliste che saranno in grado di controllarci senza nemmeno accorgersene.

Il medico avverte che se materiale sintetico non naturale viene introdotto nel pool genetico umano, il proprietario di questo brevetto di unità sintetica diventerà il proprietario di quella persona in tutto o in parte.

Svegliamoci e non lasciamoci trasformare in conigli sperimentali in questo esperimento, che mira a uccidere la razza umana e privarci dei nostri diritti e diritti umani.



MALATTIA Scettica, ANTI-VACCINO, ANTIVIRUS - le nuove parolacce (lo schema è ovviamente quello vecchio)
Bene, ora diamo un'occhiata al significato e al contenuto di realtà delle parole di cui sopra:
1. Non è come un'EPIDEMIA È Scettica, è solo che è un REALISTA DI EMERGENZA. L'epidemia è dovuta al fatto che la popolazione è molto più numerosa del solito, MALATA subito. Siamo ancora molto lontani da questo punto.
2. ANTI-VACCINAZIONE, cosa c'è di sorprendente in questo? Dare un vaccino che è ancora in fase sperimentale e non si sa quali saranno i suoi effetti collaterali = roulette russa. La cosa strana è che sia i politici che una larga fetta della popolazione accettano il vaccino immaturo. Inoltre, cerca di costringere anche coloro che non sono disposti a intraprendere un esperimento umano dall'esito incerto.
3. ANTIVIRUS. Questa è quasi una negazione dell'Olocausto. Ti senti come i media stanno cercando di manipolare il subconscio? Ovviamente stronzate è la parola stessa.

Allora ora, diamo un'occhiata a qual è la realtà che i media stanno cercando di coprire con queste bugie.
Il mondo è partito per una DITTATURA GLOBALE. Lo strumento per questo è la VACCINAZIONE DICTURA nascosta nella veste medica.
E l'obiettivo è una DITTATURA TOTALE di tipo CINESE. La Cina sarà presto una nuova roccaforte del potere di fondo.
E i nostri politici non si renderanno conto che né loro né i partiti saranno necessari nel nuovo ordine mondiale.
Proprio come per 7 miliardi di persone."
László Vezér-Szörényi - Facebook


************************************************** ******* *************

I legislatori irlandesi votano sull'espulsione dell'inviato israeliano per i crimini di guerra del regime
24 maggio 2021 presstv.com

I legislatori irlandesi hanno presentato una bozza di risoluzione per espellere l'ambasciatore israeliano dal paese a causa delle recenti atrocità del regime contro i Territori palestinesi occupati prima che fosse costretto ad accettare l'accordo di cessate il fuoco.

I legislatori irlandesi votano per l'espulsione di un inviato israeliano per i crimini di guerra del regime
Un file di uno striscione con l'Irlanda con la Palestina preso da un muro A in Divis Street a Belfast in risposta all'uccisione di soldati israeliani da parte di manifestanti palestinesi a Gaza.

La mozione, presentata da 11 legislatori di quattro partiti politici la scorsa settimana e che dovrebbe votare questa settimana, afferma in parte: "Più di 60 bambini sono stati uccisi dall'[IDF]", riferendosi alle forze militari israeliane, aggiungendo che "La violenza è l'attuale escalation è stata innescata dai tentativi di epurare etnicamente 28 famiglie palestinesi dal territorio di Sheikh Jarrah di Gerusalemme (al-Quds). "

La mozione legislativa critica ulteriormente il regime israeliano per crimini di guerra, pulizia etnica e proliferazione di insediamenti illegali, insistendo sul fatto che "la presenza dell'ambasciatore israeliano in Irlanda è insostenibile in tali circostanze", hanno riferito i media israeliani domenica.

Lo sponsor principale della mozione, il partito People Before Profit (PDB), Gino Kerry, ha anche criticato l'Unione europea per aver rifiutato di ritenere il regime di Tel Aviv responsabile delle sue atrocità in un post sul blog del sito web del PDB, esprimendo indignazione per il fatto che "l'UE non ha mai pianificato di imporre misure economiche sanzioni. Israele dell'apartheid e ritenerlo responsabile per crimini di guerra ".

Anche un altro importante partito di opposizione, lo Sinn Féin, che detiene 37 seggi nella camera bassa del parlamento, il Dail, intende sostenere una mozione che condanni le atrocità israeliane. L'ala giovanile del partito ha anche pubblicato una petizione online per chiedere l'espulsione dell'ambasciatore del regime, con oltre 84.000 firme da domenica.

I legislatori irlandesi votano per l'espulsione di un inviato israeliano per i crimini di guerra del regime
Sono state firmate più di 50.000 petizioni per l'espulsione dell'ambasciatore israeliano e una petizione online ha ricevuto più di 50.000 firme chiedendo al governo irlandese di respingere l'ambasciatore israeliano in Irlanda a causa della recente aggressione contro i palestinesi a Gaza.

A questo punto, secondo quanto riferito, il PDB e gli attivisti amici palestinesi stanno facendo pressioni sui legislatori Daai che potrebbero essersi astenuti sulla mozione per espellere l'ambasciatore israeliano.

Inoltre, la coalizione sta valutando di dare ai legislatori un voto di coscienza, consentendo ad altri partiti amici palestinesi come Fianna Fail e i Verdi di votare a favore della mozione - che non è vincolante ma è probabile che faccia pressione sul governo irlandese. .

Lo Sinn Féin, che da tempo adotta posizioni contro il regime israeliano, ha anche presentato una mozione che condanna il "continuo sfollamento delle comunità palestinesi a Gerusalemme Est e in Cisgiordania", affermando che "Israele ha de facto annesso la terra su cui si trovano gli insediamenti costruito in Cisgiordania." .

I successivi governi irlandesi sono stati spesso molto critici nei confronti degli abusi israeliani nei confronti della popolazione palestinese e hanno preso l'iniziativa di spingere per un'azione più forte contro Tel Aviv nell'UE.

Il regime israeliano ha lanciato un sanguinoso attacco a Gaza durato giorni prima che il cessate il fuoco entrasse in vigore venerdì. L'offensiva ha seguito settimane di accresciute tensioni ad al-Quds a Gerusalemme, spingendo i gruppi di resistenza di Gaza a lanciare missili nei territori occupati.

La combinazione di atrocità ha scatenato una rabbia internazionale di vasta portata. Israele ha combattuto finora tre guerre complete contro l'area, uccidendo migliaia di palestinesi.

Collegamento:
Ha parlato contro la coalizione del partito di opposizione dopo Peter Jakab dopo la condanna a 10 milioniHa parlato contro la coalizione del partito di opposizione dopo Peter Jakab dopo la condanna a 10 milioni
I partiti di opposizione - ovvero Momentum, MSZP, Dialogue, LMP e DK - erano accanto al candidato primo ministro di Jobbik, Péter Jakab, dopo che il politico era stato multato di quasi 10 milioni di HUF dal presidente László Kövér. "Come tutti i regimi autoritari, il sistema Orbán pensa di poter mettere a tacere i parlamentari dell'opposizione che dicono la verità con milioni di sentenze, minando il controllo democratico dei parlamentari", afferma la dichiarazione, con i partiti di opposizione che rianimano Tímea Szabó. Bence Tordai, Ákos Hadházy, Bernadett Szél e Agnes Vadai. "I partiti di opposizione sono solidali con Peter Jakab; se uno di noi viene punito, saremo puniti tutti, e se uno di noi deve essere messo a tacere, poi vogliono mettere a tacere tutti gli elettori dell'opposizione. Dobbiamo amareggiare i latitanti di Fidesz e i criminali miliardari seduti in parlamento: punirli con calma, anche a ogni ora di ogni giorno, perché saremo solo più forti di qualsiasi punizione. L'Ungheria libera non può essere messa a tacere! "- chiudono le loro linee

Soros ha emesso l'ordine alla Nato: deve intervenire negli affari interni ungheresiSoros ha emesso l'ordine alla Nato: deve intervenire negli affari interni ungheresi
Le organizzazioni affiliate a György Soros affermano in un documento congiunto che gli affari interni ungheresi devono essere intervenuti anche attraverso la NATO e che gli Stati Uniti d'America devono diventare difensori della democrazia globale. Questa iniziativa è quella in cui i fatti giocano poco ruolo. La NATO non può attaccare o interferire in alcun modo negli affari interni del proprio alleato, e poiché l'Ungheria è un membro della NATO, si applica anche ad essa - ha sottolineato Kossuth Radio Good Morning, Hungary! László Földi è un esperto di politiche di sicurezza. Allo stesso tempo, è chiaro che l'Unione Europea e l'élite occidentale sono finite sotto l'influenza di un'organizzazione non governativa. È già un dato di fatto che i politici dell'UE che possono essere collegati a Soros o al sistema Open Society Foundations sono a libro paga. Di conseguenza, credono di poter esercitare pressioni non solo su Bruxelles ma anche sulla NATO. La NATO, come alleanza militare, è stata creata contro il Patto di Varsavia e, con il suo scioglimento, da allora la NATO non ha più avuto un avversario. L'alleanza militare-difesa, ad esempio, avrebbe dovuto agire durante la crisi migratoria, ma non lo ha fatto, nonostante l'arrivo di jihadisti con ondate migratorie, ha affermato l'esperto.

L'UE vieta gli aerei delle compagnie aeree bielorusse dal suo spazio aereo e dai suoi aeroportiL'UE vieta gli aerei delle compagnie aeree bielorusse dal suo spazio aereo e dai suoi aeroporti
L'Unione europea non tollera la "roulette russa" che gioca con la vita di cittadini innocenti, quindi i leader dell'UE stanno sollecitando ulteriori azioni punitive contro la Bielorussia, ha affermato all'alba di martedì Charles Michel, presidente del Consiglio europeo a Bruxelles. Charles Michel ha sottolineato dopo la prima giornata lavorativa del vertice di due giorni dei massimi leader degli Stati membri iniziato lunedì sera che ciò che è accaduto domenica, costringendo un volo Ryanair a Minsk, era inaccettabile. I leader dell'UE si aspettano una risposta dell'UE alla misura "scandalosa e criminale" bielorussa, ha aggiunto. Secondo lui, i leader hanno tenuto colloqui sulla Russia. Hanno condannato la repressione "illegale e ingiustificata" nei confronti degli Stati membri dell'UE e di altri paesi.

Ecco perché Bill Gates ha ignorato le orribili azioni di Jeffrey EpsteinEcco perché Bill Gates ha ignorato le orribili azioni di Jeffrey Epstein
Sono stati svelati nuovi segreti sull'amicizia tra Gates ed Epstein. Secondo un rapporto del Daily Beast, un ex dipendente della Gates Foundation ha rivelato che la relazione tra Bill Gates e Jeffery Epstein era pianificata in anticipo, mentre stava cercando di vincere il premio Nobel per la pace. Gates credeva che Epstein potesse aiutarlo a ottenere il premio. Riferendosi a Epstein, l'ex dipendente ha detto al giornale che erano a conoscenza di cose che avrebbero potuto potenzialmente compromettere la reputazione della fondazione e dei co-presidenti Bill e Melinda. L'ex dipendente ha aggiunto: "Lui (Bill Gates) pensava che Jeffrey sarebbe stato in grado di aiutarlo a raggiungere il suo obiettivo perché conosceva le persone giuste o forse un modo per fargli ottenere il premio Nobel per la pace che Bill voleva più di ogni altra cosa al mondo. "

************************************************** ******* *************

L'Ungheria ha chiesto aiuto, ma nessuno si è mosso
Dániel Bihari 23 maggio 2021 24.hu

IV. Sebbene Béla abbia inviato lettere di assistenza contro i tartari, non è arrivato un solo soldato o centesimo. Le potenze d'Europa erano preoccupate l'una per l'altra, ma pregavano per noi e le grandi crociate, difficili da organizzare, furono dirottate. Batu Khan non aveva idea di negoziare, né suscitò la confraternita dei "popoli che colpiscono l'arco", il Regno d'Ungheria poté contare su di lui solo nel 1241, e poi per decenni all'ombra della minaccia tartara.

L'Ungheria ha chiesto aiuto, ma nessuno si è mosso

ARCO. Il re Béla non fu sorpreso quando, nella primavera del 1241, un mare di forze mongole apparve in primo piano dei Carpazi e iniziò un attacco al nostro paese. Era ben informato sul pericolo proveniente da est e, come abbiamo scritto nel nostro articolo precedente, ha fatto tutto il possibile per proteggerlo: ha radunato un esercito e ha chiuso diversi passi orientali, le "porte" dell'Ungheria.

Oltre all'azione militare, si accese anche la diplomazia, arrivarono ultimatum dai mongoli e gli ambasciatori di Béla si recarono alla corte imperiale e papale con una richiesta: aiuto! Nessuno si mosse, il Regno d'Ungheria dovette combattere da solo la battaglia decisiva lungo il Sajó, e persino il principe austriaco Frigyes Harcias abusò persino della difficile situazione degli ungheresi.

Un gruppo di ricerca presso l'Università Eötvös Loránd ha formato un gruppo di ricerca presso l'Università Eötvös Loránd con un'esplorazione moderna e ad ampio raggio dell'invasione dei tartari in Ungheria. Riportiamo i dettagli, i nuovi risultati e le interpretazioni in diversi articoli su 24.hu, ora abbiamo chiesto ad Attila Bárány, professore di storia all'Università di Debrecen, degli sforzi e delle opportunità diplomatiche.

Il re sapeva cosa

stava affrontando. Tuttavia, questo è un errore completo, in effetti.

ARCO. Prima del 1235, come principe, Béla svolse una seria opera di conversione in Kunia, specialmente tra i Cumani nell'ultima parte meridionale della Moldavia, e attraverso la parentela degli Árpád vi fu un attivo flusso di informazioni tra le corti principesche russe e polacche e la sede reale ungherese. II. Negli ultimi anni del regno di Andrea si sapeva già che qualcosa si stava muovendo ad est, e nessuno degli amici di Giuliano si recò "accidentalmente" nella zona due volte nel 1235 e poi nel 1237.

Bela aveva una splendida vista della regione orientale, si potrebbe dire che fosse il sovrano cristiano meglio informato. Ha valutato correttamente il peso della situazione, organizzato per la difesa sapendo che si stava facendo un enorme attacco - dice Attila Bárány a 24.hu

I leader dell'impero mongolo erano anche nella foto nella politica europea, erano conosciuti da loro in II. Imperatore Federico e IX. La guerra di papa Gregorio per l'Italia. I loro diplomatici scrissero anche in persiano e latino, e contattarono anche il re ungherese - conosciamo solo uno di questi documenti scritti, la lettera di Batu Khan al suo amico Giuliano IV. Bela dal 1237. In esso scrive di aver già inviato 30 ambasciate in Ungheria, e in altre fonti compaiono anche ambasciatori incaricati dai mongoli in Ungheria.

Non gli importava nemmeno di negoziare

Le "30 ambasciate" sono ovviamente esagerate, ma il professore di storia conferma che una qualche forma di comunicazione c'è stata, anche se in modo piuttosto unilaterale. Perché la posizione fondamentale e indiscutibile dei mongoli era che la nonna, come messaggera del cielo eterno, formasse un diritto esclusivo di governare su tutti i popoli e su tutte le terre del mondo.

Batu Khan
VALENTIN CHEREDINTSEV / SPUTNIK VIA AFP - Batu khan

E in questa formazione, non ha voluto negoziare, ma ha chiesto la sottomissione. Tutti i messaggi inviati in seguito, alla fine del 1250, erano un ultimatum, non un accordo, non volevano un'alleanza, non un'alternativa consigliata - infatti, non si aspettavano che gli ungheresi accettassero il dominio mongolo senza resistenza.

Nel 1250, quando l'impero mongolo, come suo immediato vicino, continuava a rappresentare una seria minaccia, Batu e poi suo figlio, Berke Khan, perseguirono la loro politica estera in uno stile simile, sono note diverse lettere di questo periodo. In un'occasione, ad esempio, hanno suggerito che i loro figli si sposassero - è possibile che abbiano "chiesto" alla principessa Margaret, che viveva nel convento, di sposarsi, con la prospettiva di distruggere il paese in caso di rifiuto. Ha offerto la stessa scelta quando si aspettava ausiliari militari da Béla.

Non aveva affatto il cuore spezzato, il professore afferma di aver invitato il re di Francia e il papa, tra gli altri, al culto oltre a una marea di minacce.

Non sappiamo se il re ungherese abbia risposto nel 1241 ad eventuali richieste dei tartari, probabilmente no. Non avrebbe comunque avuto una realistica possibilità di fiducia nelle trattative, sapeva dal 1236 che l'invasione era inevitabile. Non c'è una vera base storica per Béla per inviare una risposta forte eseguendo gli ambasciatori.

La "fratellanza" dei popoli

arcieri Vale la pena ricordare qui la diffusa visione anacronistica e antistorica secondo cui avrebbe raccomandato un'alleanza agli ungheresi, citando la confraternita dei "popoli arcieri" . Questa è sia una mentalità mongola già spiegata sopra, sia una completa impossibilità basata su documenti noti.

Agli occhi dei tartari, il Regno d'Ungheria era uno stato occidentale, cristiano, non come loro, una comunità nomade nelle steppe. Ma anche se fosse stato così, non avrebbe significato nulla, decine di popoli "connessi" sono già stati soggiogati in Asia.

Oppure qui c'erano i Cumani, il popolo notoriamente "che tende l'arco". Non solo furono risparmiati, ma presero la loro ammissione in Ungheria a titolo definitivo come un casus belli: una nazione che una volta era stata sconfitta dai guerrieri del Granduca doveva diventare un suddito dell'Impero Mongolo. Non c'era scampo.

L'imperatore aveva altro da fare

Guardiamo ora nell'altra direzione, verso l'Europa occidentale, dove il re Béla chiese aiuto e non solo "esclamò se stesso", ma ebbe anche buoni rapporti con la parentela di sua madre in Slesia e nei territori tedeschi. Né si può dire che non trovasse comprensione, poiché anche il re ceco e i principi della Germania orientale percepirono il pericolo a causa dei tartari che occuparono anche la Polonia.

Il "problema" era quello da cui avrebbe potuto ricevere un aiuto significativo, il più potente sovrano laico del cristianesimo, II. Federico, l'imperatore germano-romano, e il capo della chiesa, IX. Papa Gregorio era legato dalla guerra tra loro. Ma nel senso più stretto del termine.

La storia riconosce la lotta del papato e dell'impero come la lotta di due secoli dei capi della cristianità occidentale, che ha appena raggiunto la fine della sua seconda fase negli anni prima e dopo l'invasione tartara in Ungheria. Federico combatté di città in città in Italia, assediando la successiva fortificazione durante la battaglia di Muhi.

Nell'estate del 1241, mentre i Tartari vagavano per l'Ungheria, l'imperatore era impegnato a recintare Faenza, e poi i suoi eserciti si accamparono sotto le mura di Roma, e non tremò di una goccia che potessero presto invadere il territorio tedesco. Tipico è il caso superstite del vescovo di Vác in visita al campo militare.

Federico ascoltò l'ambasciatore del re ungherese, ma mentre il vescovo parlava, pianificò dove posizionare gli aerei d'assedio.sottolinea il professor Lamb.

Promise, tuttavia, e aderì a una lettera che invitava i principi cristiani ad aiutare l'Ungheria, ma questo era ovviamente poco più di qualsiasi cosa.

II.  Federico, imperatore germano-romano
LEEMAGE VIA AFP - II. Federico, imperatore germano-romano

Solo una parola di preghiera e di incoraggiamento

Il papa inviò lettere di contenuto simile alle corti europee, ma rinchiuso nella Roma assediata non poteva fare di più. Poi il 22 agosto IX. Gergely morì, il suo successore, IV. Dopo solo poche settimane di regno, Celestino lo seguì nel regno dei cieli, e poiché i cardinali fuggivano dalla città assediata, il soglio pontificio rimase vacante per un buon anno e mezzo.

Tutto sommato, possiamo dire che Béla ha scritto le sue lettere di richiesta di aiuto per 20 anni, citando la protezione del cristianesimo, ma non ha ricevuto né un soldato né un centesimo di assistenza finanziaria. Solo lettere o la promessa del re di Francia di pregare per noi.

Alcune lettere non sono rimaste completamente inefficaci, ma l'Europa non è rimasta inattiva. Monaci domenicani e francescani che camminano tra la gente, capi della chiesa, arcivescovi, vescovi e persino II. Il figlio di Federico usò anche il loro prestigio per organizzare una crociata per sostenere l'Ungheria e la Polonia sul suolo tedesco. L'esercito salpò verso est nell'agosto 1241, ma non raggiunse nemmeno il confine ceco.

I crociati furono usati dalle potenze più piccole e più grandi dell'impero alle prese con la crisi politica interna per raggiungere i propri obiettivi.

I Sassoni e gli stessi cechi si difesero contro i tartari che attaccavano dalla Polonia, il nemico attraversava il fiume Oder e la sua forza era caratterizzata dal fatto che i cavalieri tedeschi e poi il IV. Su invito di Béla, anche i giovanniti, venuti per proteggere l'Orrore, sanguinarono contro di loro. Nel 1241, e nei decenni successivi, il Regno d'Ungheria, all'ombra della minaccia tartara, poteva contare solo su se stesso e sperare nell'aiuto di Dio.

Lo zelo cristiano, tra l'altro, divampò di nuovo nel 1249, ma la crociata, piuttosto che i tartari, si diresse verso la Terra Santa, dove non arrivò mai, perché già dove sbarcò, fu sconfitta in terra d'Egitto. E i papi furono molto ingenui e poi si adoperarono per convertire i mongoli piuttosto che sconfiggerli, senza successo, ovviamente.

Frigye senza volto

Infine, vale la pena menzionare Frederick Babenberg, noto anche come il Principe Federico di Combattimento o Guerriero, che non solo si dimostrò redditizio, ma il suo comportamento non ha espressione migliore dell'oltraggiosa impudenza. Federico dapprima diede a Béla un amico migliore, apparve di persona alla testa dei suoi soldati nel campo militare di Pest contro i tartari.

Quindi si è infiltrato nel conflitto interno ungherese, presumibilmente potrebbe aver avuto un ruolo nella cattura e nell'assassinio del principe Kötöny Kun, a seguito del quale l'eccellente popolo militare dei Kun si è ritirato dal paese, derubato e saccheggiato poco prima della fatidica battaglia . Sentendosi responsabile, Federico tornò in Austria.

Il fuggitivo dopo la battaglia IV. Béla cercò rifugio da lui, ma il principe catturò e ricattò il re d'Ungheria: in cambio della sua liberazione, chiese un riscatto e il trasferimento di alcuni territori. Ricevette l'impegno, quindi sorse l'indegna situazione che mentre i mongoli depredavano il paese a est, gli austriaci da ovest marciarono nel castello di Locsmánd, nelle contee di Moson e Sopron, e occuparono persino Frigyes Győr.

Collegamento:

Jenő Csicsáky: Mu, la culla dell'umanitàJenő Csicsáky: Mu, la culla dell'umanità
Mu Island è la culla dell'umanità, la prima grande cultura della Terra. Il suo sviluppo abbraccia 50.000 anni. (p7). In Mu, la specie dominante è una varietà bianca che era una varietà dalla pelle scura e dal pelo liscio marrone. (p7). La religione di Mu era la radice di tutte le religioni conosciute oggi, insegnate anche da Osiride, Buddha, Zarathustra, Mosè e Gesù. (pag. 8) A James Churchward, un tenente dell'esercito indiano inglese, fu mostrato un sommo sacerdote indù con due tavolette di argilla bruciata dal sole. Il sommo sacerdote insegnò anche a Churchward un'antica scrittura, che era la scrittura naacal. Questa scrittura è utile per decifrare i più antichi scritti ecclesiastici segreti. Questa lingua è stata successivamente trovata identica alla lingua dei MAYA americani. (p9) I segni in tali lingue sono distribuiti in 7 città sante dell'India. (p10) Secondo il sommo sacerdote buddista birmano, le tavolette furono loro rubate dagli indiani. (p12) Di origine simile alle tavolette birmane Naacal, ma segni con altri segni sono stati scavati dall'arcivescovo messicano Niven da una valle messicana. 2600 pezzi! Questi segni messicani non erano incisi con i simboli di Naga (sud) ma del nord cioè UJGHUR. Hanno più di 12.000 anni. (p13) È interessante notare che, nonostante l'enorme distanza tra India e Messico, la scrittura mostra somiglianze (p14)

Il mio continente perdutoIl mio continente perduto
Il continente di Mu viene talvolta identificato con Lemuria e, come lui, viene fatto esistere prima dell'apparizione di Atlantide. Augustus le Plongeon, un antiquario, viaggiatore e scrittore del XIX secolo, era un grande fan della civiltà Maya della penisola dello Yucatan in Messico e studiava avidamente le rovine lì. Tradusse anche gli scritti sacri dei Maya: questi, nella sua interpretazione, danno la notizia della distruzione di un ex continente mandato nella tomba da un terribile disastro. Alcuni dei sopravvissuti crearono la civiltà Maya, mentre altri andarono in Egitto e vi fondarono l'Egitto.La sua idea sarebbe stata un'interessante nota a margine nella storia dell'archeologia senza il colonnello James Churchward, scrittore del XIX secolo e appassionato sostenitore di Mu. Secondo lui, l'antica civiltà avanzata dei Naga era sparsa lungo l'Oceano Pacifico, e considerava opera di questo popolo anche le gigantesche statue delle Isole di Pasqua. Ma la vasta formazione geologica delle Isole di Pasqua è sorta dalle profondità dell'oceano sulla scia dell'attività vulcanica. Raggiunge anche 3237 chilometri nel raggio di 32 chilometri delle Isole di Pasqua, il che significa che l'arcipelago non può appartenere a un continente sommerso.

Una verità scomoda o una bugia rassicurante?La maggior parte delle persone

Eredeti nyelvű szöveg